giovedì 14 agosto 2008

"Senza tetto"

Stanotte mentre tornavo a casa, ho messo a ripetizione questa canzone nel lettore cd.
Non mi sono mai preoccupata, da quando ho il cd con la colonna sonora di "Into The Wild" di stare lì a capire cosa diavolo dicesse questo testo... Mi piaceva e basta, senza tanti perchè o per come.
Appena tornata a casa però, stanotte, non so perchè mi sono messa a cercarne il significato... E ho capito tante cose.

"Arriva il mattino
Quando riesco a sentire
Che non è rimasto niente da cui nascondersi
Muovendomi in una scena surreale
No, il mio cuore non sarà mai, non sarà mai lontano da qui

Certo come il mio respirare
Certo come il mio essere triste
Terrò questa saggezza nella mia carne
Me ne vado da qui credendo più di prima
E c'è una ragione per cui, una ragione per cui tornerò

Mentre cammino per l'emisfero
Ho il mio desiderio di sollevarmi e scomparire
Sono stato ferito, sono stato guarito
Ora mi sono liberato per atterrare, liberato per atterrare

Certo come il mio respirare
Certo come il mio essere triste
Terrò questa saggezza nella mia carne
Me ne vado da qui credendo più di prima
Questo amore è senza tetto"




Domani parto. Me ne vado qualche giorno in giro per l'Italia con mia sorella.
Solo la Dea sa quanto io ne abbia bisogno.
Mi aspettavo due parole: "Buon viaggio" ed un abbraccio che non sono arrivati.
Questo la dice molto lunga.
Questo deve portarmi dove è giusto che io vada.
Lontano.

1 commento:

Nonna Papera ha detto...

Il tuo blog è molto interessante.
Io ho appena fatto un blog di ricette di cucina, se sei interessato vieni a trovarmi!
Ciao